Home

September 2018

Mahout / Castellano / Musica per autopista > Inaugurazione 18/19

29 settembre 2018
22:00

INAUGURAZIONE STAGIONE 2018/19
Eccoci di nuovo qua. L'estate sta finendo, e con l'arrivo dei primi freddi non poteva che tornare il Mezcal per scaldare gli animi.
Quest'anno grandi progetti, molte collaborazioni, e tanta voglia di fare, per cui niente paura, sandali e bermuda assicurati fino a febbraio.

dalle 22.00 a casaccio:
MUSICA PER AUTOPISTA (disco 90')
MAHOUT (punky reggae)
MATTEO CASTELLANO (cantautore)

MUSICA PER AUTOPISTA "non è un dj set, è uno stile di vita." (cit.)
Arrivate direttamente da non è la rai, Sara e Cristina vi accompagneranno in un viaggio nei mitici anni 90, dove le cassette delle spice girls e backstreet boys erano all'ordine del giorno, e i brufoli e l'oratorio erano ancora un vivido ricordo.
Per cui se anche tu ricordi con nostalgia le cantate a squarciagola di “Come mai” o "con un deca" nelle ulime file del pullman, tira fuori le zeppe dalla cantina, o vai a comprarti il gel extraforte, gli anni d'oro sono tornati!!!

MAHOUT
Band di quattro elementi, con base a Pinerolo, Torino.
La storia che ha portato la band alla formazione attuale è lunga e intricata. I Mahout vedono la luce nel lontano 1997, con un'inusuale formazione priva di basso, che vedeva già Enrico alla batteria, Francesco alla chitarra solista ed Emiliano alla chitarra ritmica e voce. Lo stile della band all'epoca era molto distante da quello attuale, una sorta di post Grunge con accordature sperimentali, reso ancora più particolare dall'assenza del basso. Nei suoi sette anni di vita, questa prima formazione produce diversi brani originali, alcuni tuttora eseguiti nelle performance live.
Lo scioglimento avviene inevitabilmente nel 2004. Impossibile coniugare la fortissima “sbandata” per il roots reggae presa nel frattempo da Emiliano ed Enrico con l'anima rock di Francesco e del progetto in sé.
Seguono otto lunghi anni in cui ogni componente si perde nelle proprie esperienze personali. Enrico entra a far parte del progetto rock steady Mr. T-Bone & The Young Lions, al fianco di Luigi De Gaspari (Africa Unite, Blue Beaters) con cui registra due album e gira in tour l'Europa. Emiliano si trasferisce in Germania per qualche anno e si dedica principalmente a progetti roots reggae. Francesco si dedica invece a progetti psychedelic rock e jazz.
Inaspettatamente nell'inverno 2012 i Mahout si ritrovano in sala prove quasi per gioco, questa volta insieme ad Enrico Ferrero, bassista dalle solide basi funk e reggae, già al fianco di Emiliano in altri progetti.
Quasi per magia le forti influenze reggae e le altrettanto forti influenze garage rock, che dieci anni prima apparivano inconciliabili fino a portare allo scioglimento della prima formazione, riescono adesso a fondersi senza sforzo in un unico, particolare sound che costituisce la cifra stilistica dei Mahout oggi, ciò che li rende riconoscibili fin dal primo ascolto.
Riuscendo a fondere in un unico stile le influenze dei vari membri - mondi musicalmente distanti anni luce a volte quanto possono esserlo ad esempio Toots & The Maytals e i Nirvana - i Mahout hanno trovato una loro strada da seguire e una ragione per continuare a creare musica.
Dopo un’intensa attività live a livello locale, nel Gennaio 2015 la band pubblica l'EP Streetwise Demo contenente tre brani originali, presso il Tesla Recording Studio. L'EP riscuote un inaspettato successo a livello locale, tanto da convincere la band ad estrarne un singolo e ad intraprendere la produzione di un video.
Nell'Aprile del 2016 la band firma un contratto di distribuzione di Streetwise Demo con la label marchigiana El Magico Gonzalez Sounds, e pubblica il video del singolo Mexican Border.
https://www.youtube.com/watch?v=T80uRK-k6GY
Attualmente i Mahout stanno ultimando la produzione di materiale nuovo in vista del loro primo album full-length, le cui registrazioni avranno inizio nell'autunno 2016.
Line up:
Emiliano Griso: voce / chitarra Enrico Battaglino: batteria Enrico Ferrero: basso Francesco Salvarola: chitarra
Facebook: https://www.facebook.com/Mahout/
Soundcloud: https://soundcloud.com/mahoutband
Info & Booking: Vitale Bonino 335.802 10 76 bunna@africaunite.com Ufficio Stampa: Sollevante 339.22 86 005 https://www.sollevantepress.com

MATTEO CASTELLANO
Le canzoni arrivano, mentre stai camminando, mentre parli con qualcuno, a volte mentre le dai la caccia con la chitarra o il pianoforte. Sono un antenna capace a mio modo di riconoscere un segnale che deve essere trasmesso. Non è una regola ma registro, scrivo o ricordo tutto quello che mi diverte, quello che mi da il brivido, quello che non capisco perché mi piaccia e neanche cosa significhi, poi c’è anche una voce interiore che ti fa dire che una cosa si e una cosa no. Il resto è conseguenza, arrangiare, comporre, suonare e cantare. Quando ho scritto Una zitella al neon ho provato un emozione molto forte di potenza, altre volte ho pianto e ogni volta è un po’ diverso. A volte arrivano pezzi interi, a volte l’idea è più vaga e allora va levigata. A volte le idee melodiche son belle ma insieme non stanno, ci vuole del lavoro per presentarle a voi.
Ci vediamo in concerto con corde di nylon e voce bassa da spilungone.

Entrata con tesseramento obbligatorio ARCI 2018/19
CIRCOLO MEZCAL. Savigliano (CN), Via Torino 187 E
————————–————————–—–
Se arrivate da Cavallermaggiore, entrando in Savigliano, dopo il cinema cinecittà, ci trovate sulla destra prima della rotonda e del supermercato IN’S. Se arrivate da qualche altra parte boh, andate verso Cavallermaggiore e poi tornate indietro.
Altrimenti cercateci con il navigatore che fate prima. Circolo arci Mezcal su Google Maps.